Menu
article header picture

A second place worth as much as a win

At a flooded Misano, Joan Mir conquered the second step of the podium behind Lonely Fenati. Now the advantage of Majorca's world-class talent is 61 points over the Italian.

After the sun and the mild temperatures of yesterday, Misano woke up this morning with rain knocking away the plans of riders and teams on the most important day of the whole weekend. With Livio Loi watching from the box after the accident that caused a broken collarbone, it was now up to Joan Mir to best represent the colours of the Leopard Racing Team.

Majorca's talent started from the second-place on the front row alongside Martin, after pole man Bastianini was penalised for dangerous riding. At the first corne, Mir put himself right behind the Gresni pair, but Diggia attacked straight away and Fenati took advantage of it to take second place. Already in the second lap, the first three detached from the group and went alone, while Bastianini slips away.

On the third lap, Fenati passed Martin for the lead and opened an incredible gap. On the fifth lap there were scary moments for both Martin and Mir: the two Spaniards swapping positions as big moments forced each of them wide. But on the ninth lap Martin lost the front at Turn 1 and Mir moved up to second. Further behind, riders battled for the third step of the podium, Diggia and Canet the most likely candidates. But at three laps from the end Canet fell and the Italian cemented himself in third.

Joan Mir cut the finish line in second place and maintains the leadership of the Moto3 category, 61 points ahead of today's winner Fenati. The rematch between the two will take place in just two weeks, on the weekend 22-24 September, at MotorLand Aragon.

 

 

#36 Joan MIR - 2nd:
"Under these conditions it is like a victory! I started pushing but I saw the track was very slippery (especially the left corners) so I tried to clear the gap but saw that I could not do more. I'm happy about how I managed the situation, not without a couple of big scares (even in the Warm Up lap!). These are the races where you learn a great deal, maybe this was the most difficult I've ever had. I do not want to make calculations about Championship. Misano and Aragon are two key rounds. I want to congratulate Romano [Fenati] for his impeccable conduct with an impressive pace and wish Livio [Loi] a speedy recovery."


Un secondo posto che vale quanto una vittoria

Sotto il diluvio di Misano, Joan Mir conquista il secondo gradino del podio dietro Fenati in fuga solitaria. Adesso il vantaggio del talento di Maiorca in classifica mondiale è di 61 punti sull’italiano.

Dopo il sole e le temperature miti della giornata di ieri, Misano si sveglia questa mattina con la pioggia battente a stravolgere le strategie di piloti e team proprio nella giornata più importante di tutto il weekend. Con Livio Loi messo fuori causa per l’incidente che gli è costato la frattura scomposta della clavicola sinistra, spetta oggi al solo Joan Mir rappresentare al meglio i colori del Leopard Racing Team.

Il talento di Maiorca scatta dalla seconda posizione in prima fila al fianco del connazionale Martin, in pole dopo la sanzione inflitta a Bastianini. Alla prima curva Mir si mette negli scarichi del duo Gresini, ma Diggia sbanda subito e Fenati ne approfitta per portarsi in seconda posizione. Già al secondo giro i primi tre staccano il gruppo e si involano in solitaria, mentre Bastianini scivola via.

Al terzo giro Fenati passa Martin al comando e mette un primo gap importante. Al quinto giro un brivido corre lungo la schiena di Martin e Mir: i due spagnoli vanno lunghi nella via di fuga scambiandosi le posizioni. Ma al 9° giro Martin perde l’anteriore alla curva1 e Joan guadagna la seconda posizione assoluta. Alle spalle del maiorchino impazza la battaglia per il terzo gradino del podio tra Diggia e Canet. Ma a tre giri dalla fine lo spagnolo cade e l’italiano chiude al terzo posto assoluto.

Joan Mir taglia il traguardo in seconda posizione e mantiene la leadership della categoria Moto3 con 61 punti di vantaggio sul vincitore di oggi Fenati. La rivincita tra i due è attesafra due settimane, nel weekend 22-24 settembre, sul MotorLand Aragon.

 

 

#36 Joan MIR – 2°:
“In queste condizioni è come stata una vittoria! Ho iniziato spingendo ma vedevo che la pista era molto scivolosa (soprattutto le curve a sinistra), quindi ho provato a ricucire il gap ma vedevo che non potevo far di più. Sono contento per come ho gestito la situazione, non senza un paio di grossi spaventi (addirittura anche nel Warm Up lap). Queste sono le gare in cui si impara moltissimo, forse è stata questa la più difficile che ho corso finora. Non voglio fare calcoli sul Campionato: Misano e Aragon sono due round-chiave. Voglio fare i complimenti a Romano [Fenati] per la sua condotta impeccabile con un ritmo impressionante e augurare a Livio [Loi] di rimettersi presto.”

 

 

Moto3™ Race – Gran Premio di San Marino 2017:

1 – Romano Fenati / ITA / Marinelli Rivacold / Honda / 23 Laps
2 – Joan MIR / SPA / Leopard Racing / Honda / +28.594
3 – Fabio Di Giannantonio / ITA / Del Conca Gresini / Honda / +39.035
4 – Philipp Oettl / GER / Sudmetall Schedl GP/ KTM / +55.591
5 – Niccolo Bulega / ITA / Sky Racing VR46 / KTM / +1’02.433

 

 

Moto3™ World Standing 2017:

1 – Joan MIR 246
2 – Romano Fenati 185
3 – Aron Canet 162
4 – Jorge Martin 121
14 – Livio LOI 47