Menu
article header picture

Fifth seal of the season for Mir at the Sachsenring

Mallorca's talent wins the GP of Germany after a three-way battle and a calculated overtake at the penultimate curve. The only rider always points, Mir consolidates his championship lead. An excellent race for his teammate Livio Loi, a good recovering to seventh after falling back early on.

At 11:00 local time, the Sachsenring’s lights went out, the midway point in the 2017 season official here. On the sun-kissed starting grid, the Leopard Racing Team's duo started from the 1st and 5th row respectively with Joan Mir and Livio Loi. The pair were fully focussed on the 27 laps of the race after highlighting their pace throughout the German weekend.

Mir launched well and ripped into the lead at the first corner, followed by Ramirez and Arbolino who passed pole man Canet. Fenati joined their battle, taking the lead on the second lap and beginning a race long duel with Mir. Meanwhile, the other Leopard Racing team rider, Livio Loi, was recovering well after getting tangled up with Guevara and Rodrigo.

Five riders formed the head of the train and detached themselves into the lead, but soon Mir, Fenati and Ramirez were further isolated. The Belgian Livio Loi entered the points, first crossing the Italians Bastianini and Di Giannantonio, then putting the Dutch Bendsneyder and Canet, relegated from pole to the edge of the Top Ten and then finishing in the gravel, into his sights.

In the middle of the race, the top riders continued to stretch their advantage. Livio Loi, struggling in traffic and lurking behind the local hero Oettl, waited for his moment. At the head of the race, Mir and Fenati attacked each other at every turn. Eight laps from the end, a highside for Arbolino further broke up the leaders.

Ramirez continued to push Mir and Fenati, the trio fighting for a guaranteed spot on the podium. Fenati began to try and push away, but the talent of Palma de Mallorca did not react, instead following in his wake. Then, at Turn 12, he attacked to steal victory. Joan Mir’s victory at the Germany GP, his fifth win in nine races, solidifies him as the leader in the standings (and the only Moto3 rider to score at each round), consolidating a 37-point lead over Fenati.

A beautiful race for Ramirez who took the first podium of his career and Livio Loi, seventh at the finish line, finally up to his potential on the NSF250RW Leopard Racing. The World Championship will observe a break of 1 month now over the summer. The Moto3 world title battle will resume in Brno for the Czech Grand Prix (August 4-6) and the following week at Spielberg for the Grand Prix of Austria (August 11-13). Stay tuned!

 

#36 Joan MIR - 1st:
"This victory means a great deal! I wanted to leave Assen's fault behind and prove I could win: and I wanted to win here. It was a long and difficult race, I immediately tried to make a break with a small group. I had a good pace and in the end our strategy worked perfectly. I would never have imagined getting to the Championship’s break with this margin of an advantage, but there are still many races. Now, a week of vacation, then I'll get back to training."

 

#11 Livio LOI - 7th:
"It was a great race, it was a pity to be in the 13th position because of the qualifications. At the start I was a bit uncertain into the first turn and there was contact, but from that moment on I started recovering immediately, coming behind Oettl. I was better off than him. I felt comfortable in the last sector with fast corners. In the last lap there were several overtakes, otherwise I would have taken Bastianini. I want to thank the team: it's great to come back to this level!"


Quinto sigillo stagionale di Mir al Sachsenring

Il talento di Mallorca vince il GP di Germania con una fuga a tre e un sorpasso da manuale alla penultima curva. Unico pilota sempre a punti, Mir consolida la leadership in classifica. Ottima gara per il suo compagno di squadra Livio Loi, bravo a recuperare dalle retrovie con una serie di sorpassi fino alla 7° posizione.

Alle 11:00 in punto ora locale si sono spenti i semafori del Sachsenring, evento che sancisce il giro di boa della stagione 2017. Sulla griglia di partenza finalmente baciata dal sole, il duo del Leopard Racing Team parte dalla 1a e 5a fila rispettivamente con Joan Mir e Livio Loi, concentrati sui 27 giri di gara dopo la velocità e il passo evidenziato per tutto l’arco del weekend tedesco.

Scatta benissimo Joan Mir che entra deciso alla prima curva, seguito da Ramirez e Arbolino che scavalcano il poleman Canet. Si fa sotto anche Fenati, che al secondo giro prende il comando delle operazioni e inizia l’alternarsi in testa alla corsa; nel frattempo, l’altro alfiere del team Leopard Racing Livio Loi è bravo a recuperare la posizione dopo l’incerto avvio mettendosi negli scarichi di Guevara e Rodrigo.

In 5 formano il treno di testa e staccano l’intero gruppo degli inseguitori, ma sono i primi tre (Mir, Fenati e Ramirez) a mostrare una marcia in più. Il belga Livio Loi entra di prepotenza in zona punti, prima scavalcando gli italiani Bastianini e Di Giannantonio, quindi mettendo nel mirino l’olandese Bendsneyder e Canet, retrocesso dalla pole ai margini della Top Ten e poi finito nella ghiaia.

A metà gara il quintetto di testa ha già rifilato oltre 5” netti al resto della concorrenza: Livio Loi, lotta nel traffico come un leone indomito e agguanta la 7a posizione provvisoria alle spalle dell’eroe locale Oettl; in testa alla gara Mir e Fenati si sorpassano a vicenda ad ogni staccata. A 8 giri dalla fine alla Curva2 la buona gara di Arbolino viene interrotta da un highside.

A 3 giri dalla fine Ramirez balza al comando, con Mir e Fenati a giocarsi il podio. L’italiano inizia l’ultimo giro davanti, ma il talento di Palma de Mallorca non lo molla: segue la scia dell’avversario e, alla Curva 12 infila il rivale con una staccata da manuale. Joan Mir vince il GP di Germania, la sua quinta vittoria su nove gare, una leadership in classifica (unico pilota della classe Moto3 a esser andato sempre a punti) che consolida con un vantaggio di 37 lunghezze proprio su Fenati.

Bella gara per Ramirez che conquista il suo primo podio in carriera e di Livio Loi, settimo al traguardo, finalmente all’altezza delle sue capacità sulla NSF250RW targata Leopard Racing. Il Campionato del Mondo osserverà una pausa per circa 1 mese: la rincorsa al titolo mondiale Moto3 riprenderà in quel di Brno per il Gran Premio della Repubblica Ceca (4-6 Agosto) e la settimana successiva allo Spielberg per il Gran Premio d’Austria (11-13 Agosto). Stay tuned!

 

#36 Joan MIR – 1°:
“Questa vittoria significa moltissimo! Volevo lasciarmi l’errore di Assen alle spalle e dimostrare di poter vincere: e volevo vincere qui. E’ stata una corsa lunga e difficile, ho provato subito a creare un varco con un piccolo gruppo in solitaria. Avevo un buon ritmo e nel finale la nostra strategia ha funzionato alla perfezione. Non avrei mai immaginato di arrivare a metà Campionato con questo margine di vantaggio, ma mancano ancora tante gare. Ora mi aspetta una settimana di vacanza, poi riprenderò subito ad allenarmi.”

 

#11 Livio LOI – 7°:
“E’ stata una bella gara, peccato esser partiti in 13° posizione a causa delle qualifiche. Allo start ho avuto un incertezza alla Curva1 e ci sono stati dei contatti, ma da quel momento ho iniziato subito a recuperare, arrivando alle spalle di Oettl: avevo un passo migliore del suo. Mi sentivo a mio agio soprattutto nell’ultimo settore con le curve veloci. Nell’ultimo giro poi ci sono stati diversi sorpassi, altrimenti avrei preso Bastianini. Voglio ringraziare il team: è bello tornare a questo livello!”

 

 

Moto3™ Race – Motorrad Grand Prix Deutschland 2017:

1 – Joan MIR / SPA / Leopard Racing / Honda / 27 Laps
2 – Romano Fenati / ITA / Marinelli Rivacold / Honda / +0.121
3 – Marcos Ramirez / SPA / Platinum Bay Real Estate / KTM / +0.218
7 – Livio Loi / BEL / Leopard Racing / Honda / +14.318



Moto3™ World Standing 2017:

1 – Joan MIR 165
2 – Romano Fenati 128
3 – Aron Canet 110
4 – Jorge Martin 89
17 – Livio LOI 24