Menu
article header picture

Joan Mir's Sixth Symphony

The music does not change, not even after the summer break. The talent of Palma de Mallorca conquered the field for his sixth victory and increased his lead. From the highest point on the podium, a special dedication for Angel Nieto.

At 11:00 local time, the lights of the Brno Automobile Motorway, host of the Grand Prix České republiky and the tenth round of the 2017 season, were turned off. On the starting grid again affected by rain, the Leopard Racing Team duo started from the second and third 2nd row respectively with Joan Mir and Livio Loi, concentrating on the 19 laps of race after showing their speed throughout all of practice.

Mir made a steady start to sit in third position behind the poleman Guevara and the Dutch KTM of Bendsneyder. Meanwhile Livio Loi, after a discreet and encouraging start, suffered from obvious front end problems, resulting in a slow slide out of the point scoring positions. On the seventh lap, Joan Mir was overtaken by his main rival in the standings, Romano Fenati. The pair pushed each other and the leading four opened up a bigger and bigger gap.

Aron Canet, who, with fast laps, destroyed the gap and arrived to contend the podium. At that point Joan Mir put his head down and tried to break away, followed by the ubiquitous Fenati. The two got rid of the other two KTMs and became locked in battle for the final three laps, one on one for the win. With the racing line now dry, the talent of Palma de Mallorca left his Italian rival no room and closed all the doors, crossing the finish line in first.

With his sixth season, and his second consecutive after the Sachsenring, Joan Mir’s championship lead has increased to 42 points over Fenati. This is also the first victory in the Czech Republic in the short yet successful history of the Leopard Racing Team. But above all, right from the Champion of Palma de Mallorca, comes a special dedication to the unforgettable Angel Nieto and his family on the podium.

 

 

#36 Joan MIR - 1st:
"The break made me good! Indeed, from the first day I arrived, after what had happened to Angel [Nieto], I wanted to dedicate a victory to him. I've been busy since the free practice, but the conditions (the same we had today in the race) were not easy and I thought of a complicated race. Today, as the track dried up, I always felt comfortable on the bike and I really want to thank the whole team for the work done. I knew that with a dry track I could keep a good pace. When I saw that the second group was reaching us, I stopped my lazy times and I was in charge: it is not easy to push if there is only one dry line. I could not think about anything else and I did not want to relax, because all my rivals are very fast, and they always comes right back. This victory is for Angel and his family: if it had not been for him, neither I nor many others would have begun to follow motorcycles. It would be nice to name him the circuit of Jerez."

 

#11 Livio LOI - 27th:
"It was a very difficult race. I tried to push at the start, but already in the first curves I felt that I was closing the front. The situation did not improve even when the track was drying. Too bad: because this was the right race to bet on the podium. It was a positive weekend, apart from the race. Now we will go to Austria, we hope to be able to duel with the top of the class."


La sesta sinfonia di Joan Mir

La musica non cambia, neanche dopo la pausa estiva: il talento di Palma de Mallorca conquista la sesta vittoria stagionale e incrementa il suo vantaggio in classifica sui rivali. Dal gradino più alto del podio, una dedica speciale per Angel Nieto.

Alle 11:00 in punto ora locale si sono spenti i semafori dell’Automotodrom di Brno, teatro del Grand Prix České republiky e decimo round della stagione 2017. Sulla griglia di partenza nuovamente interessata dalla pioggia, il duo del Leopard Racing Team parte dalla 2a e 3a fila rispettivamente con Joan Mir e Livio Loi, concentrati sui 19 giri di gara dopo la velocità e il passo evidenziato per tutto l’arco del weekend.

Scatta alla perfezione il talento di Mallorca che chiude il primo giro in 3° posizione provvisoria dietro le KTM del poleman Guevara e l’olandese Bendsneyder che al secondo passaggio scavalca lo spagnolo; intanto Livio Loi, dopo un discreto e incoraggiante start, soffre di evidenti problemi all’anteriore, che gli fanno perdere posizioni importanti, oltre la zona punti. Al settimo giro Joan Mir è scavalcato dal diretto rivale in classifica, Romano Fenati: in quattro mettono in mostra un altro passo e a metà gara staccano il gruppo.

Ma dalle retrovie si rifà vivo Aron Canet che, a suon di giri veloci, azzera tutto il gap e arriva a prendere i 4 fuggitivi. A quel punto Joan Mir, accende la spia e si porta in testa alla corsa, seguito a ruota dall’onnipresente Fenati: i due si sbarazzano delle altre due KTM e si lanciano negli ultimi tre giri a giocarsi la vittoria. Con la traiettoria ideale ormai asciutta, il talento di Palma de Mallorca non lascia spazio al rivale italiano e, chiudendo tutte le porte, taglia per primo il traguardo.

Joan Mir conquista la sesta vittoria stagionale, la seconda consecutiva dopo il Sachsenring, e incrementa il vantaggio in classifica iridata su Fenati a 42 punti; si tratta anche della prima affermazione in Repubblica Ceca nella storia recente del Leopard Racing Team. Ma soprattutto, proprio dal Campione di Palma de Mallorca, arriva sul podio la dedica speciale rivolta all’indimenticabile Angel Nieto e alla sua famiglia.

 

#36 Joan MIR – 1°:
“La pausa mi ha fatto bene! In verità fin dal primo giorno in cui sono arrivato, dopo quel che era accaduto ad Angel [Nieto], volevo dedicargli una vittoria. Mi sono impegnato sin dalle prove libere, ma le condizioni (le stesse che abbiamo incontrato oggi in gara) non erano facili e pensavo ad una gara complicata. Oggi, man mano che la pista andava asciugandosi, mi sono sentito sempre a mio agio sulla moto e voglio realmente ringraziare tutto il team per il lavoro svolto. Sapevo che con pista asciutta potevo tenere un buon ritmo. Quando ho visto che il secondo gruppo ci stava raggiungendo, ho rotto gli indugi e mi sono messo al comando: non è affatto facile superare se si ha una sola traiettoria asciutta. Non posso fare calcoli e non voglio rilassarmi, perché tutti i miei rivali sono molto veloci e, anche se vinco io, loro arrivano subito dietro. Questa vittoria è per Angel e la sua famiglia: se non fosse stato per lui, né io né tanti altri avremo iniziato a seguire il motociclismo. Sarebbe bello intitolargli il circuito de Jerez.”

 

#11 Livio LOI – 27°:
“E’ stata una gara molto difficile. Ho provato a spingere allo start, ma già nelle prime curve sentivo che mi si chiudeva l’anteriore in staccata. L a situazione non è migliorata nemmeno quando la pista si stava asciugando. Peccato: perché questa era la gara giusta per puntare al podio. E’ stato un weekend positivo, a parte per la gara. Adesso andremo in Austria, speriamo di poter duellare con i primi della classe.”

 

 

 

Moto3™ Race – Grand Prix České republiky 2017:

1 – Joan MIR / SPA / Leopard Racing / Honda / 19 Laps
2 – Romano Fenati / ITA / Marinelli Rivacold / Honda / +0.350
3 – Aron Canet / SPA / Estrella Galicia 0,0 / Honda / +3.078
27 – Livio Loi / BEL / Leopard Racing / Honda / +42.497

 

 

Moto3™ World Standing 2017:

1 – Joan MIR 190
2 – Romano Fenati 148
3 – Aron Canet 126
4 – John McPhee 93
5 – Jorge Martin 89
17 – Livio LOI 24